Benvenuto in Arpa-Yoga:

per migliorare la tua accoglienza e pratica, prendi visione dei seguenti consigli

per praticare al meglio, in sicurezza ed in modo responsabile l'attività svolta durante la tua lezione.

Grazie

 

- Cerca di arrivare a lezione un pò in anticipo: entrare in sala in ritardo, distrae gli altri ed è una mancanza

 

  di rispetto nei loro confronti

 

- Se arrivi in ritardo attendi fermo ed in silenzio fino a quando sono iniziati i movimenti e le indicazioni...

 

  allora puoi sistemarti il più silenziosamente possibile

 

- Indossa abbigliamento adeguato e comodo

 

- Poi togliere le scarpe prima di entrare:pratichiamo scalzi

 

- Spegni il telefono, anche la sola vibrazione è fonte di disturbo ..per tutti

 

- Vieni a lezione con lo stomaco e la bocca vuoti

 

- Evita forti profumazioni

 

- Il tappetino sportivo DEVE essere conforme ed adatto alla pratica stessa: verificate che sia espressamente

  indicato per la pratica YOGA.

 

- Tutte le pratiche, le asana – posture da svolgere in piedi- in posizione eretta, vanno svolte senza l'ausilio

  di calze, o poggiando i piedi su qualsiasi altro tessuto come coperte, asciugamani, parei e quant'altro che

  non sia il tappetino sportivo idoneo.

 

- Tutte le pratiche in posizione eretta, in equilibrio, vanno sempre eseguite ad occhi aperti.

 

- Liberati dallo spirito di competizione, lo Yoga non lo è.. nemmeno con te stesso.

 

- La pratica va svolta senza “sforzi” e va evitato qualsiasi atteggiamento mentale e fisico che comporti

  l'andare oltre le proprie possibilità e capacità fisiche.

 

- “L'attenzione verso sé stessi” è l'ingrediente principale della pratica: sei responsabile dell'approccio

   che ti rivolgi, in modo da non condurti MAI e per nessun motivo, oltre una sensazione di benefica distensione,

   o di giusto ed equilibrato impegno fisico.

 

- Ricordati che l'insegnante ti accompagna al meglio, ma non può avvertire le “sensazioni” che sviluppi e

  che si esprimono all'interno del tuo corpo, all'interno di te stesso.

 

- Sei invitato così a sviluppare con l'insegnante una relazione sulle tematiche e le difficoltà ed i dubbi

  che vivi durante le tua lezione: rimanendo comunque il primo responsabile per contenerti, prestare la tua

  massima attenzione e tutelare la tua pratica.

 

- Puoi e devi uscire da una posizione se ne senti la necessità, prima che lo dica l'insegnante, il tuo corpo

  risponderà in modo splendido quando gli mostrerai gentilezza, accetazione ed amore

- Fai quello che riesci, con quello che hai e con quello che sei.

 

- Se hai problemi di salute, puoi comunicarlo all'insegnate, ti guiderà in ciò che è meglio per te

- Puoi fare domande su tutto ciò che non ti è chiaro... al momento opportuno

 

- Partecipa all'intera lezione: il rilassamento è la parte più importante e trasformatrice dello Yoga.

  ..ma, se necessiti di uscire prima, avvisa l'insegnante ed accordati a riguardo

 

- Tutti i consigli vengono portati all'attenzione per sensibilizzarti ad una pratica corretta per te stesso e

  per gli altri, consapevole per tutelare al meglio ed al massimo il corpo da eventuali inutili rischi dati da

  incauti scivolamenti, mancanza di giusto sostegno ed appoggio, e da pratiche eccessive...

 

                   perchè il tuo stare nello YOGA sia un momento da coltivare con estrema cura, per te e per gli altri.. 

 

                                               perchè avere cura, significa amare... te stesso, gli altri, .. la Vita.

 

 

 

 

Lo Yoga è per tutti non è richiesta nessuna esperienza ne' flessibilità, 

 

la pratica dello Yoga è un Cammino di Consapevolezza:

 

 e' una scienza che rende il corpo più flessibile e forte e generalmente più sano

 

l'obiettivo è calmare la mente, aprire il cuore e stimolare in noi un'evoluzione interiore

 

sii gentile ed amorevole verso te stesso accettandoti per quello che sei

 

un Cammino da compiere passo dopo passo, con la giusta e costante attenzione verso sé stessi,

 

per poter trarre maggior beneficio psico-fisico e imparare a creare uno stato di BEN – Essere.

 

Tutto quello che esula da questo semplice concetto non è pratica yoga, né si rifà a qualsiasi

 

Tradizione e filosofia yogica, 

 

tantomeno è parte della filosofia e dello stile d'approccio da parte del Vostro insegnante.

 

 

                                                                                          ૐ OM Shanti  ૐ

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

∾  ૐ ∾
Namastè
 
onoro il luogo in te in cui dimora l'intero universo
 
onoro il luogo in te che è amore, verità, luce e pace
 
quando tu sei in quel luogo dentro di te,
 
 
io sono in quel luogo dentro di me
siamo una cosa sola
 ∾  ૐ ∾  

Follow us

  • InstaArpaYoga
  • FbArpaYoga

​© 2019 Arpa Yoga